Sezione Aiuto

Pagamenti Cambia argomento

Comunicazione ai sensi del verbale dispositivo INL numero 264-283-261 del 23.02.2021 prot. 10469 23.02.2021

Ai rider che hanno collaborato con Deliveroo nel periodo dal 1 gennaio 2016 al 31 ottobre 2020. Questa comunicazione è finalizzata ad informarvi che l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha ritenuto applicabile l’art. 2 del D.Lgs. 81/2015 ai rapporti con voi intercorsi. Da ciò potrebbero derivare alcuni ulteriori diritti a vostro favore. Di seguito maggiori dettagli.

In ottemperanza a quanto disposto dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro con verbale di disposizione n. 264-283-261 del 23.02.2021 prot. 10469 23.02.202 del 23 febbraio 2021 emesso ai sensi dell’art. 14, comma 1, D. Lgs. 124/2004 come sostituito dall’art. 12bis del D.L. n 76/2020, introdotto dalla legge 120/2020, si informano tutti i rider che hanno effettuato delle prestazioni di consegna dal 1 gennaio 2016 ad ottobre 2020 che, in base a quanto ritenuto dallo stesso Ispettorato Nazionale del Lavoro con verbale unico di accertamento e notificazione n. 264-283-261 del 23.02.2021, ai loro rapporti di lavoro risulterebbe applicabile l’art. 2 del D.Lgs.  81/2015 nella formulazione vigente ratione temporis.

Secondo l'INL da ciò potrebbero derivare eventuali differenze retributive, da calcolare, sempre secondo l’INL, sulla base del V livello del CCNL della logistica.

Il provvedimento dell’ispettorato non precisa le modalità di applicazione concreta di tale norma sotto il profilo dei diritti e doveri da essa derivanti a rapporti che in ogni caso rimangono autonomi.

Infine vi informiamo che a seguito del citato verbale unico di accertamento e notificazione gli enti potrebbero variare la vostra posizione previdenziale. 

 

La nostra società non condivide le conclusioni dell'INL, né degli altri enti coinvolti, che in ogni caso si riferiscono a vecchi contratti non più in essere, per questo tali conclusioni non hanno alcun impatto sull’attuale modello operativo. Deliveroo ha già proceduto ad effettuare le opportune impugnazioni e proseguirà con ogni ulteriore azione legale necessaria affinché venga riconosciuta la correttezza di quanto fino ad oggi fatto.

Tanto dovevamo in ottemperanza alla disposizione citata.  La presente comunicazione non costituisce acquiescenza a quanto rilevato dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro con i provvedimenti sopra menzionati né comporta la rinuncia alle impugnazioni in corso (e quelle che in futuro si rendessero necessarie).

 

Deliveroo crede fermamente che la flessibilità del lavoro autonomo non debba andare a scapito della sicurezza dei riders che scelgono di collaborare con noi. Questo è il motivo per cui siamo orgogliosi di aver firmato un contratto collettivo che fornisce protezione ai nostri riders. I riders ci dicono che la flessibilità di lavorare quando e dove vogliono è il motivo più importante per cui vogliono collaborare con la nostra società. Continueremo a impegnarci per proteggere il diritto dei nostri rider di lavorare in modo flessibile e con le libertà e le protezioni che meritano.

Aspettiamo di poterci confrontare con le autorità competenti su questa questione.

Milano, 25 Aprile 2021

Non abbiamo risposto alla tua domanda? Clicca qui.

Seleziona il tuo argomento